Appunti e Spunti di un web developer

Descrizione dell’errore

Quando si sposta un sito precompilato in .NET 2 su un nuovo server Windows 2008 R2 si ottiene il seguente errore aprendo il sito

System.Security.SecurityException: Request for the permission of type ‘System.Web.AspNetHostingPermission, System, Version=2.0.0.0, Culture=neutral, PublicKeyToken=b77a5c561934e089’ failed.

Il problema è molto probabilmente nel fatto che le DLL (all’interno della cartella BIN) hanno la proprietà   “This file came from another computer and might be blocked to help protect this computer.”

Risoluzione

Andare sulle proprietà di ogni DLL e cliccare sul tasto “Sblocca” (“Unblock”)

 

 

 

Scaricata la consumer preview di windows 8 non vedevo l’ora di vederla all’opera ma un paio di distrazioni nella configurazione della virtual machine hanno rallentato la mia curiosità 🙂

Ecco quindi la procedura per installare windows 8 consumer preview su VMware workstation 8:

  1. creare una nuova viirtual machine e selezionare l’installazione custom
  2. Flaggare la voce “I will install the operating system later” e selezionare come sistema operativo Windows 7
  3. selezionare 1 o 2 (nel caso abbiate un sistema operativo 64bit) Gb di ram e un disco di almeno 20Gb
  4. Avviate la macchina e lanciate l’installazione di windows 8 consumer preview diretamente dal file iso scaricato.

Dopo il recente passaggio alla nuova infrastruttura ho notato un sensibile rallentamento nell’uso dei nuovi server in remote desktop. Le macchine sono aggiornate alle ultimissime versioni di Windows 2008R2 ed i servizi girano splendidamente, tuttavia in remote deskti l amacchina risposnde lentamente e ha lunghi periodi di latenza.

Ho trovato alcune soluzioni ed attualmente stò testando il funzionamento.

SOLUZIONE 1 – in fase di testing

nella proprietà delal scheda i rete disattivare la proprietà avanzata  IPv4 Checksum Offload

SOLUZIONE 2 – non ancora testata

Aggiungere al registro di windows la chiave
Add a new DWORD key named DisableTaskOffload with a value of 1 HKEY_LOCAL_MACHINE\SYSTEM\CurrentControlSet\Services\Tcpip\Parameters

 

 

Su IIS7.5 quando viene eseguita una pagina con una connessione ad Access (o ad un’altra sorgente dati che non sia MSSQL) si ottiene l’errore

‘Microsoft.Jet.OLEDB.4.0’ provider is not registered on the local machine.

Quando questo errore si verifica su sistema operativo a 64bit (come windows 2008R2) contrariamente a quanto si può pensare il problema non è nel provider.

Per risolvere il problema occorre abilitare l’opzione Enable 32-Bit Applications nell’application pool del sito.

 

Quando si esegue un job su Microsoft SQL2008 R2 (come ad esempio un’attività del Manteinance Plan) il sistema restituisce l’errore

[298] SQLServer Error: 15404, Could not obtain information about Windows NT group/user ‘NOMEMACCHINA\Username, error code 0x5. [SQLSTATE 42000] (ConnIsLoginSysAdmin)

Questo errore mi si è verificato con Microsoft Windows Server 2008R2 web edition e l’ho risolto modificando il proprietario del job e mettendo al posto di un utente windows un utente SQL.

Inviare un email con php è decisamento semplice, ecco il codice :

mail("{indirizzo destinatario}", "{oggetto}", "{messaggio}", "{meta info}");

Le meta info possono contenere diverse informaizoni a correfdo dell’aemail come ad esempio il mittente, la codifica, etc.. Per impostare un mittente ad esempio è possibile esplicitare la meta info; la funzione diverrà quindi:

$from = "From: Riccardo <riccardo@ricpic.com>"; 
mail("{indirizzo destinatario}", "{oggetto}", "{messaggio}", $from);

la funzione mail restituisce un valore booleanoquindi se si volesse trappare l’esito dell’invio neklla variabile $esitomail il codice diverrebbe:

$from = "From: Riccardo <riccardo@ricpic.com>"; 
if (mail("{indirizzo destinatario}", "{oggetto}", "{messaggio}", $from)) 
$esitomail = "<p>Il messaggio &egrave; stato inviato!</p>"; 
else 
$esitomail = "<p>Si &egrave; verificato un errore...</p>";

Buone Email 🙂

Alcuni studenti mi hanno chiesto come sia possibile in fase di trasferimento di un dominio replicare la configurazione del DNS.

Per leggere la configurazione DNS di un dominio è necessario eseguire una query nslookup.
Qui è ad esempio possibile trovare un tool che permette di interrogare un DNS per scoprire i DNS autoritativi di un dominio.
Una volta visti i DNS autoritativi del dominio è sufficiente modificare il campo Server DNS inserendo uno dei DNS autoritativi del dominio e rilanciando la query: verranno presentati i record configurati per tale dominio.